Mercato

I test definiscono gli All Season “pericolosi”, ma i produttori non sono d’accordo

Come tutti gli anni, all’approssimarsi della stagione invernale, nasce la discussione su fino a che punto e a quali condizioni i pneumatici quattro stagioni possano essere una valida e sicura alternativa all’uso dei pneumatici estivi in estate e dei pneumatici invernali in inverno. Quest’anno l’Automobil-Club tedesco ADAC, vista la crescente domanda di pneumatici All Season da parte del mercato, ha deciso di testarli di nuovo, ma il risultato non è stato convincente. L’ente tedesco afferma che “i compromessi a cui devono cedere gli attuali pneumatici all season, rappresentano un rischio troppo grande per la sicurezza stradale degli automobilisti”. La dichiarazione dell’associazione ha scatenato in Germania un acceso dibattito online sulla sicurezza di questo segmento di prodotto. In particolare la versione online del quotidiano Bild ha titolato: “Ganzjahresreifen‚ zu große Gefahr”, ossia “Pneumatici All Season, un pericolo troppo grosso”, e nell’articolo ha descritto i test comparativi dell’ADAC come “spaventosi”.

Va sottolineato che non tutti i pneumatici quattro stagioni hanno ricevuto giudizi negativi nei test condotti dalle riviste specializzate tedesche, come Auto Bild, anzi alcuni sono stati definiti anche “esemplari”. Non vi è dubbio, tuttavia, che si tratta di un prodotto particolare, ideale per una determinata fascia di automobilisti, ma non per tutti.

In ogni caso, abbiamo voluto lasciare diritto di replica alle Case costruttrici, che, interpellate dal nostro Gruppo editoriale relativamente all’esito dei test di ADAC, hanno cercato di essere obiettive e hanno affermato con decisione che i pneumatici all season sono invece assolutamente sicuri.

info I test di ADAC e Auto Bild (complessivamente 16) sono disponibili nella pagina di PneusNews.it “Test Pneumatici”, dove sono disponibili complessivamente 179 risultati di test eseguiti su questo segmento di prodotto dal 2000 a oggi.


PN: Secondo gli ultimi test ADAC, i pneumatici all season rappresentano “un rischio troppo grosso per la sicurezza stradale degli automobilisti”. Siete d’accordo?

Goodyear:

No, le dichiarazioni di ADAC possono riferirsi solo ai prodotti testati (Ndr. Il pneumatico all season di Goodyear non è stato verificato da ADAC). Non riteniamo opportuno trarre conclusioni su un intero segmento di prodotto. Il nostro pneumatico Goodyear Vector 4Seasons offre un mix estremamente equilibrato di caratteristiche invernali ed estive, come del resto hanno dimostrato i test di Auto Bild, che affermano che il pneumatico è “convincente in tutte le stagioni, con prestazioni equilibrate in tutte le condizioni atmosferiche”. I buoni risultati in tutte le discipline del test garantiscono che il quattro stagioni di Goodyear rappresenta un ottimo bilanciamento tra pneumatici invernali ed estivi.

Vredestein:

Non siamo sicuramente d’accordo. Il nostro prodotto nel test ADAC è stato giudicato “adeguato”, “sufficiente”, “discreto” e questa valutazione, secondo noi e secondo il sistema scolastico di votazione, rappresenta comunque un valore positivo e classifica il nostro pneumatico, che è stato concepito come un compromesso, non come pericoloso, bensì come adeguato alle necessità di tutti i giorni.

Se poi si confrontano quelli dell’ADAC con i risultati di altri test, come gli ultimi sugli All Season pubblicati da Auto Bild, si notano importanti differenze. Questo significa che c’è spazio di interpretazione o che i pneumatici sono stati testati in diverse condizioni e non è possibile confrontarli. Guardando i test di ADAC si può inoltre vedere come alcuni pneumatici invernali di altri produttori abbiano performato molto peggio dei nostri pneumatici quattro stagioni.

Infine vorrei sottolineare che l’ADAC non da nessun giudizio “molto buono”, ma al massimo “buono” per i pneumatici migliori, per cui la valutazione “sufficiente-discreto” lascia spazio ad interpretazioni.  I nostri pneumatici vengono realizzati secondo i più alti standard produttivi aziendali e rispettano i criteri di prova previsti, offrendo all’utente finale un allestimento per tutte le stagioni con il miglior compromesso possibile.

Falken:

Certamente no, per quanto riguarda il nostro prodotto Euro All Season AS200, che ha ricevuto note positive in diversi test di pneumatici. In sostanza – per essere chiari –  i conflitti d’obiettivo associati allo sviluppo dei pneumatici, sia invernali che estivi, comportano prestazioni attese che sono in contraddizione tra loro. E ciò è particolarmente vero per i pneumatici All Season.

Il nostro consiglio è che ogni automobilista, al momento dell’acquisto dei pneumatici, valuti bene quali sono i requisiti più o meno importanti per lui e chieda consiglio al gommista in caso di dubbio.

Kumho:

No, non la pensiamo certo così! Un pneumatico all season rappresenta sempre un compromesso e non garantirà mai tutte le prestazioni di un pneumatico estivo in estate e di un pneumatico invernale in inverno, ciò non significa però che sia pericoloso.

In linea di principio, noi siamo d’accordo con le valutazioni finali dei giornalisti di Auto Bild Dierk Möller-Sonntag ed Henning Klipp, che affermano: “I pneumatici per tutte le stagioni sono dei compromessi e non convincono con prestazioni al top in tutte le situazioni. Il vantaggio che offrono, però, sta nella semplicità di utilizzo: vengono eliminati i fastidiosi cambi-gomme stagionali, così come le spese per il secondo treno di pneumatici, cerchi e sensori di misurazione della pressione supplementari. Tuttavia le leggi della fisica pongono dei limiti ai modelli all season. Per questo noi li consigliamo nelle dimensioni inferiori, adatte alle auto di dimensioni piccole e compatte.”

Per chi viaggia molto e per chi guida auto di classe media e superiore o auto sportive è comunque sempre consigliato il doppio treno di pneumatici estivi e invernali. Inoltre in aree nevose è naturalmente raccomandato montare sempre i pneumatici invernali nella stagione fredda, indipendentemente dal tipo di auto.


PN: I pneumatici all season sono sempre un compromesso, questo è certo. In caso di eventuali problemi di sicurezza, come ritiene l’ADAC, ritenete che dovrebbero essere presi opportuni provvedimenti da parte dei fabbricanti o del legislatore?

Goodyear:

A nostro avviso, non vi è alcuna base per preoccupazioni del genere. Un buon pneumatico all season offre un buon equilibrio di prestazioni per l’uso sia in estate che in inverno. La legge impone comunque, in condizioni invernali, l’uso di pneumatici M + S e i pneumatici all-season Goodyear riportano anche la marcatura del fiocco di neve, che indica che il prodotto offre buone prestazioni invernali.

Vredestein:

Ancora una volta, noi, come produttori di pneumatici all-season di alta qualità, possiamo solo ribadire che i nostri prodotti vengono fabbricati secondo le più recenti conoscenze produttive ed esigenze tecniche di prodotto. Abbiamo prodotti nel segmento all season per vettura che soddisfano le diverse esigenze e i diversi desideri, come ad esempio il modello testato Quatrac Lite e altri che vengono valutati da parecchi anni, come Quatrac 3, o l’ultimo lanciato sul mercato di revente, il Quatrac 5, che rappresenta un ulteriore passo avanti verso l’ottimizzazione del miglior prodotto possibile. Noi siamo convinti che il legislatore non debba stabilire dei criteri solo per i pneumatici all season, ma che debba farlo anche per i pneumatici invernali, stabilendo, ad esempio, una minore profondità minima del battistrada.

Falken:

In sostanza, è necessario sapere che prima di entrare in commercio un pneumatico viene sottoposto a test rigorosi. Pneumatici che presentano problemi basilari di sicurezza non entrano nemmeno in produzione di serie. Questo vale anche per il nostro Falken Euro All Season AS200. Per quanto riguarda il legislatore, negli ultimi dieci anni sono già stati compiuti passi significativi per tutelare la sicurezza stradale.

Kumho:

In determinate circostanze, sì. E’ noto che il simbolo M + S, che riportano tutte le gomme all season testate, non ha significato per quanto riguarda le prestazioni invernali. Riteniamo che il vecchio test per poter apporre il simbolo del fiocco di beve potrebbe essere ripreso in considerazione. Tuttavia, nel caso di Kumho, non sono state criticate le prestazioni invernali, ma quelle su strada asciutta e su questo punto faremo delle verifiche interne e, se necessario, adotteremo le misure necessarie.


PN: Ritenete possibile che in un prossimo futuro, tecnicamente, i pneumatici all season funzionino bene sia in inverno che in estate senza alcun compromesso?

Goodyear:

Tutti i pneumatici – anche quelli estivi e invernali – devono accettare compromessi e dimostrare di possedere caratteristiche opposte, come ad esempio l’aderenza su bagnato e la  resistenza al rotolamento. Per i pneumatici che vengono adoperati tutto l’anno e che quindi sono soggetti ad un ampio intervallo di temperatura e a diverse condizioni meteorologiche e stradali, la sfida di soddisfare requisiti opposti aumenta ulteriormente. Ecco perché noi di Goodyear dedichiamo a questo segmento molta tecnologia di alto livello. Il nostro prodotto Vector 4Seasons offre infatti prestazioni bilanciate in tutte le condizioni atmosferiche.

Vredestein:

Vredestein produce da più di 20 anni pneumatici all season per il mercato europeo e per le esigenze delle ultime generazioni di automobili. Tuttavia, a nostro avviso, un pneumatico quattro stagioni sarà sempre un compromesso tra pneumatici estivi e invernali. Possiamo però dire che, grazie alla vasta esperienza della nostra azienda e ai test che eseguiamo sempre internamente, i pneumatici all season, come compromesso, hanno oggi una ragione d’essere e potranno avere un grande futuro.

Falken:

Come già spiegato, ci sono sempre obiettivi contrapposti nello sviluppo dei pneumatici, perché le prestazioni che devono offrire sono opposte, come ad esempio la resistenza al rotolamento e la frenata su bagnato. Se in futuro sarà possibile, da un punto di vista tecnico e produttivo, realizzare un pneumatico all season che combini i punti di forza delle gomme invernali ed estive e che quindi non sia più un compromesso, dipenderà dall’evoluzione della ricerca, tuttora in corso, e dipenderà dai materiali utilizzati e dai processi produttivi. Tutto ciò viene continuamente sviluppato in Falken, affinchè i punti di debolezza di un pneumatico possano essere minimizzati sempre di più.

Kumho:

No. Grazie a nuovi materiali e nuove mescole, le performance complessive dei pneumatici all-season miglioreranno ancora in futuro, ma questo tipo di prodotti resteranno sempre un compromesso. Un pneumatico per tutte le stagioni, oggi, regge il confronto con un pneumatico estivo o invernale molto meglio che cinque anni fa. Allo stesso modo, però, anche le prestazioni dei pneumatici estivi e invernali vengono migliorate continuamente e quindi una certa distanza tra l’all season e le gomme stagionali rimarrà sempre.


PN: Quali esigenze personali portano il consumatore a chiedere un prodotto come l’all season, che – se fosse vero quanto dichiara ADAC – lo può mettere in pericolo?

Goodyear:

Il nostro obiettivo è quello di offrire prodotti di alta qualità per diverse applicazioni. Il pneumatico per tutte le stagioni è destinato ai clienti che sono alla ricerca di un prodotto che offre tutto l’anno caratteristiche di guida buone ed equilibrate. I principali campi di applicazione sono le grandi città molto trafficate delle regioni poco nevose, dove si verificano raramente nevicate e ghiacciate. Chi viaggia prevalentemente in zone di montagna innevate dovrebbe optare per i moderni pneumatici invernali, perché sono specializzati e più efficienti nelle condizioni decisamente invernali.

Vredestein:

Naturalmente ogni utente finale ha diritto al prodotto che desidera. In questo caso, però, gioca un ruolo molto importante il gommista, che è in grado di fornire il consiglio giusto in base alle esigenze specifiche del cliente. Nel campo dei pneumatici all season, è necessario che il consumatore finale acquisti un prodotto che gli offra la massima sicurezza possibile. Questo vale, a nostro avviso, anche per i pneumatici estivi e invernali. Eppure ci sono clienti che scelgono i pneumatici sulla base delle proprie risorse finanziarie e che non possono essere consigliati. Il rivenditore di pneumatici, in questi casi, deve dedicare del tempo per spiegare al cliente le caratteristiche del prodotto e le condizioni d’uso adeguate, dicendo chiaramente che si tratta di un compromesso tra due prodotti specializzati.

Falken:

Falken è da sempre impegnata a fornire pneumatici adatti alle diverse esigenze di ogni consumatore. La sicurezza gioca ovviamente uno dei ruoli principali.


PN: Quali conclusioni trae la vostra azienda dai recenti test sui vostri pneumatici all-season?

Goodyear:

Non vediamo alcuna necessità di intraprendere azioni. Continueremo ad ampliare la nostra gamma di pneumatici per autovetture estivi, invernali e quattro stagioni. E faremo naturalmente tutti i test. Gli attuali test sui pneumatici invernali, quelli sulle gomme all-season di Auto-Bild e quelli di quest’anno sui prodotti estivi dimostrano che la nostra gamma offre prestazioni di alto livello. Registriamo inoltre una crescente domanda di pneumatici all-season. E anche negli equipaggiamenti originali stiamo assistendo a un crescente popolarità di questo segmento di prodotto. Le Case premium offrono infatti per le auto di piccole dimensioni e compatte anche i pneumatici all season – tra cui i modelli Goodyear – come opzione per l’equipaggiamento originale.

Vredestein:

In qualità di produttore leader di pneumatici all-season, investiremo nella ricerca in questo segmento anche in futuro. Il costante aumento della domanda di questi prodotti e l’accoglienza positiva dei nostri prodotti da parte dell’utente finale ci confermano nei nostri sforzi per sviluppare continuamente la famiglia Quatrac con tecnologie innovative e all’avanguardia.

Falken:

Prendiamo i risultati dei test molto sul serio e li inseriamo nel nostro sistema di gestione della qualità, tenendoli in considerazione nello sviluppo delle future generazioni di pneumatici. Risulta inoltre evidente che le caratteristiche di questo tipo particolare di pneumatici non sono molto conosciute e, su questo punto, anche il gommista dovrà lavorare di più per informare i clienti.

Kumho:

Attualmente sono ancora in corso delle analisi interne, dei test e delle eventuali decisioni. Abbiamo inoltre programmato degli incontri con i giornalisti che si sono occupati dei test. Dopo di che trarremo le nostre conclusioni.


PN: Mentre online Bild.de e ADAC mettevano in guardia verso i pneumatici all season definiti “pericolosi”, la rivista Auto-Bild pubblicava dei test in cui parecchi pneumatici all season venivano definiti “esemplari” o “buoni”, in alcuni casi anche per prodotti che i test di ADAC definiva “pericolosi”. Come si può spiegare questa incoerenza ai gommisti e ai clienti?

Goodyear:

Diversi test sugli stessi prodotti possono portano a risultati diversi, per esempio a causa di differenti procedure di test, condizioni di prova, ponderazione dei risultati o misure di pneumatici.

Vredestein:

Come già detto, il nostro prodotto ha ottenuto il giudizio “sufficiente-soddisfacente”  e questo significa che soddisfa i requisiti previsti. Riteniamo che proprio questi due test offrano grandi possibilità di interpretazione e noi, in qualità di produttori, daremo ai nostri partner ulteriori spiegazioni da poter trasmettere ai clienti finali per consigliarli in maniera corretta.

Falken:

Per i rivenditori, a volte, è difficile comprendere i diversi risultati dei test. Le ragioni di questa discrepanza possono essere i parametri di prova differenti e i diversi criteri di valutazione dei due test. Per i gommisti è importante conoscere queste differenze e poter informare i clienti sui diversi tipi di pneumatici.

Soprattutto per i consumatori, però, i diversi risultati dei test sono estremamente destabilizzanti. L’ADAC, naturalmente,  prende il proprio ruolo molto sul serio e vorrebbe informare tutti gli utenti della strada, anche stranieri, sui potenziali pericoli. Per questo è importante che i consumatori, al momento dell’acquisto, vengano sensibilizzati dal rivenditore sui diversi tipi di pneumatici e i loro vantaggi e svantaggi. Per quanto riguarda il nostro modello testato, l’ Euro All Season AS200, i risultati delle prove di ADAC e Auto Bild, in termini di punti di forza e debolezza, erano simili. Per gli altri produttori, non possiamo dire nulla.

Kumho:

Fondamentalmente ogni prova deve essere considerata singolarmente. Diverse dimensioni di prodotto, auto di prova, piste e condizioni climatiche implicano automaticamente risultati diversi, che, in linea di principio, dovrebbero però tendenzialmente essere simili. Nel caso dei due test citati, i risultati sono diversi a causa delle diverse aspettative dei rispettivi editori e riviste. In altre parole, se io di base considero un pneumatico all season un compromesso (Auto Bild) e non mi aspetto che in estate offra prestazioni identiche ad un prodotto estivo e in inverno quelle di uno invernale (ADAC), allora ottengo ovviamente un risultato diverso.

 

infoI test di ADAC e Auto Bild (complessivamente 16) sono disponibili nella pagina di PneusNews.it “Test Pneumatici”, dove sono disponibili complessivamente 179 risultati di test eseguiti su questo segmento di prodotto dal 2000 a oggi.

Comments

comments

made by nodopiano