Mercato

Nokian: la situazione economica della Russia e dei paesi CSI impatta sui risultati del terzo trimestre

Nokian ha pubblicato i risultati del terzo trimestre 2014. Le vendite nette del gruppo sono diminuite dell’8,2% a 327,7 milioni di euro (357,0 milioni di euro nel terzo trimestre 2013). L’utile operativo è sceso del 24,6% a 72,1 milioni di euro (95,7 milioni di euro nel Q3 2013). La percentuale di profitto operativo è stata del 22,0% (26,8% nel Q3 2013). L’utile netto del periodo è diminuito del 24,6%, a 53,4 milioni di euro (70,9 milioni di euro un anno fa). L’utile per azione è diminuito del 24,1% a euro 0,40 (euro 0,53 l’anno passato).

Guardando ai primi nove mesi del 2014, le vendite nette sono diminuite del 9,0% a 1,0092 miliardi di euro (1,1091 miliardi di euro nel 1-9 / 2013). Le variazioni dei tassi di valuta hanno tagliato le vendite nette per 60,0 milioni di euro, rispetto ai tassi nel corrispondente periodo del 2013. L’utile operativo è sceso del 20,9% a 231,2 milioni di euro (292,2 milioni di euro nel 2013). La percentuale di profitto operativo è stata del 22,9% (26,3% nel 2013). L’utile netto del periodo è diminuito del 28,1%, a 158,3 milioni di euro, mentre nei primi nove mesi del 2013 era pari a 220,1 milioni di euro. L’utile per azione è diminuito del 28,5% a 1.19 euro, mentre nel 2013 era di 1.66 euro.

Ari Lehtoranta, Presidente e CEO di Nokian Tyres, ha commentato: “Quest’anno abbiamo combattuto per compensare gli effetti negativi dovuti alla crisi tra Russia e Ucraina; le valute in Russia e nei paesi CSI hanno perso nettamente valore contro l’Euro, e il potere d’acquisto ha iniziato a cadere. Questo ha portato i consumatori ad acquistare prodotti in quantità e dal prezzo inferiore. Questi fattori hanno determinato un risultato finanziario chiaramente indebolito per Nokian Tyres. Il nostro team ha ottenuto risultati concreti in questo contesto economico turbolento: abbiamo raggiunto lo stesso volume di vendite dei primi nove mesi del 2013, e se si escludono la Russia e i paesi CSI, la nostra redditività è migliorata. Otterremo un forte flusso di cassa per intero anno 2014.

Le variazioni dei tassi di valuta hanno tagliato le nostre vendite nette di 60 milioni di euro. Questo è stato uno dei fattori che ha abbassato la nostra redditività di 3,4 punti percentuali. Grazie all’abbassamento del coto delle materie prime e al miglioramento della produttività, la nostra redditività è rimasta su un buon 23% dell’EBIT.

Attualmente, le previsioni per il futuro sono scarse, ma siamo in una buona posizione per ottenere il successo. La società ha solidità patrimoniale e una struttura industriale efficiente con potenziale di crescita. Il continuo successo della nostra linea di prodotti nei test di pneumatici europei ci premierà nei prossimi anni. La nostra distribuzione è in espansione con un buon ritmo; l’attuale numero di punti vendita Vianor è di 1.302 unità e la rete NAD è già cresciuta a 773 punti vendita. Vogliamo mantenere la nostra tradizione di migliorare la nostra posizione di mercato nei mercati di riferimento, sia nella buona che nella cattiva sorte. Nonostante l’attuale crisi, soprattutto dell’economia russa in particolare, Nokian Tyres continua ad essere una società redditizia, che punta a crescere continuamente.”

Il PDF con i risultati completi è disponibile alla nostra pagina AZIENDE

Comments

comments

made by nodopiano