Bosch TPA200 per la diagnosi dei TPMS

1 ottobre 2014 | 0 Commenti
 
Bosch TPA200 per la diagnosi dei TPMS
Bosch TPA200 per la diagnosi dei TPMS

Le autovetture e i furgoni fino a 2,5 tonnellate di peso lordo immatricolati per la prima volta a partire da novembre 2014 dovranno essere dotati di sistemi di controllo della pressione dei pneumatici. In molti casi verranno utilizzati sistemi diretti, nei quali i sensori monitorano sia la pressione sia la temperatura del pneumatico. Per la diagnosi di questi sistemi, Bosch ha sviluppato il tester mobile TPA 200, che consente di lavorare direttamente sul veicolo o sulla ruota smontata.

Il nuovo TPA200 permette di attivare i sensori, leggere il loro identificativo, verificar lo stato della batteria e leggere la pressione del pneumatico rilevata. Inoltre, con il TPA200, è possibile programmare un’intera serie di sensori universali, ad esempio dopo la riparazione di un pneumatico o durante la preparazione di un set gomme, clonando i sensori originali in modo da poterne montare di tipo “universale” sul treno di gomme invernale.

Con il tester viene fornito anche il software per PC TPA Startcenter, contenente, tra le altre cose, un database veicoli dei sistemi TPMS diretti, le informazioni sui sensori (ad esempio: i valori di serraggio), la possibilità di stampare il report gestione cliente e tutte le funzionalità per aggiornare correttamente il TPA200. Grazie al collegamento via Bluetooth, i dati rilevati con TPA 200 possono essere trasferiti in modalità wireless al computer equipaggiato con il software Startcenter e quindi salvati e stampati insieme al numero d’ordine e alla targa.

Tag: ,

Categoria: Altro, Notizie, Notizie prodotti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire il numero mancante: *