Pirelli: record nel British Superbike Championship, vittorie nel Superbike tedesco ed olandese e nell’Alpe Adria

7 maggio 2014 | 0 Commenti
 
Arie Vos in azione
Arie Vos in azione

Nel weekend appena concluso Pirelli ha dominato nei campionati nazionali Superbike europei. La stagione 2014 delle competizioni motociclistiche è infatti iniziata da un paio di mesi ma ha già regalato a Pirelli molti successi e soddisfazioni, non solo in ambito internazionale e nei campionati monogomma come il Mondiale Superbike e il British Superbike ma anche nelle competizioni che prevedono la partecipazioni di diversi fornitori di pneumatici come nel Campionato Alpe Adria e nella 24 Ore endurance del Bol d’Or, vinta da Pirelli per il terzo anno consecutivo, e nei campionati nazionali Superbike.
La ciliegina sulla torta di un weekend perfetto per Pirelli è arrivata proprio ieri nel British Superbike dove Josh Brookes, in sella alla sua Yamaha del team Milwaukee Yamaha gommata con pneumatici di gamma Pirelli Diablo Superbike SC1, girando in 1’35.411 ha infranto il record del circuito al 17° giro sui 18 di gara previsti. Soddisfazione anche da parte dell’attuale leader di campionato Shane Byrne che al termine della giornata di gare ha espresso il suo apprezzamento per i nuovi pneumatici Pirelli Diablo Superbike da 17 pollici, da quest’anno disponibili anche per il campionato inglese, dichiarando: “Il mio stile di guida sta migliorando grazie ai nuovi pneumatici da diciassette pollici che ci permettono di provare sempre a spingere un po’ di più. Noi seguiamo piloti come Marquez e quello che fanno, e cerchiamo di replicare quello che apprendiamo per migliorarci e dare il meglio di noi stessi. Mi ricordo alcuni passaggi dei circuiti e come di solito in passato affrontavamo le curve; quando pensi a quello che stiamo facendo adesso, è incredibile! In punti in cui prima si poteva solo passare lentamente ora basta frenare e poi via! Non c’è più una parte nel mezzo. E ‘davvero impressionante il lavoro che ha fatto Pirelli!”
Record e successi in quello che da molti è considerato il campionato nazionale superbike più spettacolare al mondo ma anche nei campionati in cui la competizione tra gommisti è più viva che mai.
Per quanto riguarda l’Alpe Adria Motorcycle Road Racing Championship si è svolto nel weekend il primo appuntamento stagionale, proprio sul circuito dell’Adria Raceway, che ha visto vincere Pirelli in tutte le classi (Superbike, Supersport, Superstock 1000 e Superstock 600) ottendo inoltre nella Gara 2 sia di Superbike che di Superstock 600 tutti i gradini del podio.
Sempre domenica sul circuito EuroSpeedway Lausitz, nel primo appuntamento stagionale del Superbike IDM, il campionato nazionale tedesco, Pirelli ha monopolizzato il podio della classe Superbike con i piloti Ducati del 3C-Racing Team, Xavi Forés e Max Neukirchner che con la 1199 Panigale R gommata con pneumatici Pirelli Diablo Superbike si sono piazzati sia in Gara 1 che in Gara 2 rispettivamente al primo e al secondo posto. Il gradino basso del podio in entrambe le gare è andato ad un altro pilota Pirelli, Markus Reiterberger del team VanZon Remeha BMW. Xavi Forés guida ora la classifica generale con 50 punti, seguito da Max Neukirchner con 40 punti, Markus Reiterberger con 32 e da Michael Ranseder con 22. Quattro piloti di tre case motociclistiche diverse nelle prime quattro posizioni in classifica, a dimostrazione della perfetta versatilità ed adattabilità dei pneumatici Pirelli Diablo Superbike.
Stesso scenario e stesso giorno, ma questa volta in Olanda dove dopo il round corso domenica sul circuito di Hengelo, nell’ONK Dutch Superbike Championship a guidare la classifica dopo i primi due round sono ancora tre piloti che hanno scelto pneumatici Pirelli: Arie Vos, che proprio ad Hengelo ha realizzato il record del circuito da lui detenuto migliorandolo di un secondo, Nigel Walraven e Kervin Bos, quest’ultimo wild card nel Campionato Mondiale Superbike proprio ad Assen una settimana fa.

Tag: , , , , , ,

Categoria: Motorsport, Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire il numero mancante: *