Bridgestone: Preview MotoGP Round 2: Americhe, Austin

11 aprile 2014 | 0 Commenti
 
Bridgestone: Preview MotoGP Round 2: Americhe, Austin
Bridgestone: Preview MotoGP Round 2: Americhe, Austin

Dopo il successo del primo evento lo scorso anno, la MotoGP torna al Circuito delle Americhe di Austin, Texas, con schiere di fan americani pronti allo spettacolo dopo una apertura della stagione intensa in Qatar.
Il Circuito delle Americhe presenta ogni tipo di curva nei suoi 5515 km, cosa che lo rende uno dei più tecnici del calendario. Cambi di pendenza, il rettilineo più lungo in MotoGP, e una combinazione di curve lente e veloci rende il circuito una vera sfida per i piloti e i pneumatici. Le curve ampie e veloci richiedono elevati livelli di grip laterale, mentre il grip della sezione centrale del pneumatico è importante nelle accelerazioni rettilinee. I piloti si avvicinano ad una velocità massima di circa 350 chilometri all’ora lungo i 1200 metri del rettilineo, quindi è necessaria un’eccellente stabilità del pneumatico anteriore per la frenata alla curva dodici.
Nel complesso, il layout del Circuito delle Americhe pone carichi simili su entrambe le spalle del pneumatico posteriore, ma la presenza di curve ad alta velocità a destra significa che le temperature della spalla destra raggiungono un livello superiore rispetto al lato sinistro, anche se ci sono più curve sinistrorse. Di conseguenza, le slick posteriori sono offerte con mescola asimmetrica leggermente più dura sulla spalla destra.
Alle moto di classe Open e ai piloti Ducati saranno offerti i pneumatici posteriori asimmetrici di mescola morbida e media, mentre i piloti Honda e Yamaha possono utilizzare la slick potreriore media e dura. Con la gomma anteriore importante per le sezioni più veloci della pista, le opzioni per questo circuito saranno soft e medium, per la miglior combinazione tra grip e stabilità.
Hiroshi Yamada-Responsabile Bridgestone Motorsport: “La corsa Inaugurale dello scorso anno al Circuit of The Americas è stato un successo clamoroso, sia dentro che fuori la pista, quindi sono molto felice di tornare ad Austin. L’America del Nord è uno dei nostri mercati più importanti ed essere il fornitore ufficiale di pneumatici MotoGP è di grande importanza per Bridgestone. L’ apertura di stagione in Qatar è stata incredibilmente combattuta, in termini di competitività tra i piloti, e mi auguro che la corsa di questo fine settimana si dimostri altrettanto emozionante per i tifosi. Questo circuito ha un vero e proprio mix di curve e presenta alcune buone opportunità di sorpasso e ora che le squadre hanno i dati dell’anno scorso per questa pista, mi aspetto di vedere i piloti spingere dalla prima sessione di prove libere fino all’ultimo giro di domenica.”

Tag: , , , ,

Categoria: Motorsport, Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire il numero mancante: *