Per Lanxess un anno difficile

26 marzo 2014 | 0 Commenti
 
Per Lanxess un anno difficile
Per Lanxess un anno difficile

Lanxess AG, società tedesca specializzata nel settore chimico, riferisce che le sue vendite sono diminuite dell’8,7% rispetto all’anno passato, attestandosi a 9,1 milioni di euro, attribuendo questo calo ai minori prezzi di vendita nel suo settore di attività Performance Polymers, a causa del costo minore delle materie prime, e della “situazione concorrenziale difficile”.  A causa dell’aumento dei costi legati alla produzione e degli effetti valutari negativi, l’EBITDA, con ancora gli imprevisti eccezionali, è diminuito del 39,9% anno su anno a 735 milioni di euro, che si trova all’interno delle previsioni Lanxess, situate nell’intervallo 710-760 milioni. Lanxess afferma che un lieve incremento dei volumi non è riuscito a compensare il calo degli utili. Il margine EBITDA pre-elementi eccezionali è sceso dal 13,4% nel 2012 al 8,9%.

“Questo è stato un anno difficile”, ha detto il Chief Financial Officer Lanxess Bernhard Düttmann. “Gli effetti negativi sono stati i prezzi delle materie prime volatili e la crescente concorrenza, soprattutto nel settore della gomma sintetica.”

Nell’ambito del programma di efficienza Advance, circa 730 dipendenti Lanxess hanno già accettato l’offerta di lasciare volontariamente l’azienda entro la fine del 2015 e hanno accettato sia il pensionamento anticipato o pacchetti di licenziamento. Dal 2015 in poi, Lanxess prevede di raggiungere un risparmio annuo di circa 100 milioni di euro. L’ azienda ha anche ceduto la sua controllata Perlon-Monofil al Gruppo Serafin.

Risultati finanziari completi

lanxess

 

Per quel che riguarda le previsioni 2014, Lanxess prevede che il contesto di mercato della gomma sintetica rimarrà molto competitivo, a causa della forte concorrenza e dell’equilibrio tra capacità e domanda. I tassi di cambio, in particolare il dollaro USA, è probabile che continueranno il loro sviluppo volatile. Lo stesso vale per i costi delle materie prime, anche se ad un livello relativamente moderato.

 

Tag: ,

Categoria: Mercato, Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire il numero mancante: *