I veicoli commerciali confermano la crisi dei consumi e degli investimenti

13 novembre 2013 | 0 Commenti
 

“Deluse le attese sul mercato dei veicoli commerciali generate dal risultato di settembre – afferma Massimo Nordio, Presidente dell’UNRAE, l’Associazione delle Case automobilistiche estere. Nel corso del mese di ottobre, infatti, secondo le stime elaborate e diffuse dal nostro Centro Studi le immatricolazioni di veicoli commerciali (autocarri con peso totale a terra fino a 3,5 t) sono scese dell’11% a 9.626 unità, rispetto alle 10.815 di un anno fa”.

Il mese di settembre, infatti, ha contenuto il calo a causa dell’effetto confronto con lo stesso periodo 2012, nel quale il mercato era sceso del 29% e nello specifico grazie al contribuito di alcune marche che registrano buone performance di modelli di punta. L’analisi cumulata dei primi 10 mesi dell’anno indica, invece, una flessione ancora profonda, pari al 16,7% con 81.396 veicoli complessivamente venduti, rispetto ai 97.683 dello scorso anno.

“Lo scenario del mercato – prosegue il Presidente – continua a presentarsi molto depresso e il settore si appresta a chiudere l’anno in ulteriore flessione rispetto al calo superiore al 30% dello scorso anno. In particolare, confermiamo la nostra stima di una riduzione di oltre il 14% a circa 100.000 unità immatricolate nel 2013”.

“Per il prossimo anno, in assenza di sostegni concreti al settore per favorire consumi ed investimenti – conclude Nordio – il mercato difficilmente potrà esprimere l’attesa inversione di tendenza, limitandosi ad una debole crescita, dovuta principalmente a non più rimandabili esigenze di rinnovo delle componente business a fronte di costanti difficoltà dei piccoli imprenditori ed artigiani, considerato anche il livello di vendite complessive fortemente depresso al quale il mercato è sceso”.

Tag: ,

Categoria: Mercato, Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire il numero mancante: *