Mercato

Brembo, al Salone di Francoforte con leggerezza

Anche Brembo è presente al 65esimo Salone di Francoforte. Per la casa italiana il prestigioso appuntamento tedesco è “l’occasione per riaffermare le sue collaborazioni con le più importanti case automobilistiche e per presentare le sue innovazioni di prodotto”.

Il tema portante della presenza al Salone di Brembo è la leggerezza. Lo stand è stato progettato per dare al visitatore la sensazione di entrare in uno spazio “leggero”, con un gioco di vele bianche sospese e un filmato che parla delle innovazioni tecnologiche. Anche i prodotti hanno trovato una collocazione fluttuante all’interno di teche, o appoggiati su supporti trasparenti, che quasi galleggiano nell’aria. In questo contesto trova spazio una vetrina interamente dedicata ai dischi freno e all’evoluzione dei materiali impiegati nel corso degli anni, alla ricerca di nuove soluzioni tecnologiche, che rispettino l’ambiente e tese a soddisfare le richieste sempre più stringenti del mercato in termini di risparmio di peso, area in cui Brembo è da sempre impegnata.

C’è poi uno spazio dedicato alle pinze elettriche, che non possono passare inosservate per il colore fluorescente che le distingue dalla produzione di serie. Colore scelto appositamente per sottolineare la particolarità e importanza di questi prototipi, che diventeranno le pinze freno del prossimo futuro.

La leggerezza è il filo conduttore anche dei nuovi prodotti. A Francoforte farà il suo debutto ufficiale il nuovo concetto di disco freno leggero. Ideato da Daimler con Brembo partner fondamentale nello sviluppo del prodotto, è un progetto di partnership in cui l’azienda ha fermamente creduto e che ha permesso di presentare al mercato un prodotto dalle caratteristiche assolutamente innovative. Il vantaggio più importante è infatti dato dalla campana in acciaio, che raggiunge uno spessore di soli 2,5 mm, invece dei 7,5-9 mm della classica campana in ghisa, a parità di prestazioni. Tale significativa riduzione del peso, permette di ottenere un disco che, a seconda della geometria della campana, è più leggero del 10-15%: più grande è la campana e maggiore è la riduzione del peso. Ciò significa che questo disco raggiunge un risultato importante nella ricerca del risparmio di peso, permettendo alla vettura di ridurre significativamente il consumo di carburante e, di conseguenza, ottenere un’incidenza minore sull’impatto ambientale.

Tra le pinze freno trova spazio l’“Extrema”. Estetica accattivante e migliori prestazioni, frutto di un design innovativo e dell’impiego di meccatronica, è pensata per auto d’eccellenza e con una forte vocazione sportiva. Un prodotto, quindi, teso a soddisfare le richieste di un mercato estremamente esigente e in continua evoluzione. Un’estetica aggressiva che si traduce, prima di tutto, in una sensibile riduzione dei pesi delle masse non sospese (oltre 3 kg) e in un miglior feeling sul pedale, con assorbimenti ottimizzati (meno 10%) rispetto all’attuale produzione. Nella nuova pinza “Extrema” di Brembo, per la prima volta il freno di stazionamento elettrico è integrato nella pinza stessa. Grazie alla meccatronica, che pone in stretta relazione discipline differenti come la meccanica, l’elettronica e l’informatica, Brembo ha realizzato la centralina elettronica di comando e il software di controllo che governa il freno di stazionamento.

Comments

comments

made by nodopiano