Pirelli, in rete alcuni assaggi del calendario 2014

16 agosto 2013 | 0 Commenti
 
In rete e nei profili social delle modelle protagoniste di "The Cal 2014" stanno circolando alcune immagini del calendario Pirelli 2014, firmato da Peter Linbergh e Patrick Demarchelier. La curiosità monta attorno al tono che Pirelli ha scelto per l'edizione n°50 del suo calendario, che nel 2013 ha inaugurato uno stile più "conservativo" negli scatti di Steve McCurry
In rete e nei profili social delle modelle protagoniste di "The Cal 2014" stanno circolando alcune immagini del calendario Pirelli 2014, firmato da Peter Linbergh e Patrick Demarchelier. La curiosità monta attorno al tono che Pirelli ha scelto per l'edizione n°50 del suo calendario, che nel 2013 ha inaugurato uno stile più "conservativo" negli scatti di Steve McCurry

Probabilmente nessun calendario al mondo cattura l’attenzione dei media come “The Cal”, il calendario Pirelli, che il prossimo anno festeggia il 50° anniversario della prima edizione. Come da tradizione la presentazione ufficiale è prevista a novembre, ma in rete, attraverso i social network, hanno cominciato a girare alcune immagini in anteprima che raffigurano il backstage dell’edizione 2014, affidata all’obiettivo dei due celebri fotografi di moda Peter Lindbergh e Patrick Demarchelier, che al Catalina club di Long Island hanno allestito il set e immortalato 6 splendide top model: Alessandra Ambrosio, Helena Christensen, Katerina Kurkova, Alex Wek, Miranda Kerr e Isabeli Fontana.

 

Nelle foto che stanno circolando in rete, le modelle sono fotografate mentre indossano vari articoli di abbigliamento, tra cui camicie bianche e pullover neri. Di nudità, per ora, nemmeno l’ombra, e la curiosità è capire se l’approccio più “conservativo” inaugurato da Steve McCurry per “The Cal 2013” è la strada intrapresa definitivamente da Pirelli. Come produttore di pneumatici con una presenza globale, il marchio italiano potrebbe effettivamente considerare più prudente evitare possibili grane in paesi nei quali le nudità esposte (anche se in maniera artistica e iconica come avvenuto sempre nei 50 anni del calendario Pirelli) sono potenziali fonti di reato. D’altro canto,come detto, la bellezza del corpo femminile e la sua valorizzazione attraverso l’occhio dei più grandi fotografi è stata la cifra che ha da sempre caratterizzato il calendario più desiderato del mondo.

 

L’appuntamento è quindi per novembre, quando si capirà definitivamente come e se Pirelli sarà riuscita a impostare il giusto tono per questo anniversario d’oro.

Categoria: Mercato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire il numero mancante: *