Motorsport

Herlings e Cairoli vincono il GP d’Olanda

Pronostici rispettati nella terza prova iridata di motocross che ha riportato alla ribalta Antonio Cairoli, Jeffrey Herlings e gli pneumatici Pirelli Scorpion MX incontrastati dominatori di questa prima parte stagionale delle classi MX1 e MX2.

Resa ancora più impegnativa da una superficiale coltre ghiacciata dovuta alla temperatura polare perdurata nei due giorni di gara, la temuta pista olandese che ha ospitato il GP d’Olanda non ha rallentato la corsa di Jeffrey Herlings che sulle dune e sui solchi del tracciato ha letteralmente volato, a dispetto di una posizione al cancello di partenza poco favorevole, assicurandosi la sua terza doppietta in MX2 di quest’anno. Il pilota di casa si è affidato, così come per gli altri piloti in gara con pneumatici Pirelli, alla classica combinata Scorpion MX MidSoft 32 anteriore e Scorpion MX Soft 410 posteriore imbattibile sui fondi di sabbia, che hanno equipaggiato anche la KTM ufficiale del francese Jordi Tixier che ha chiuso entrambe le manche al secondo posto. In evidenza anche l’emergente Glenn Coldenhoff, il quale grazie alla quinta posizione assoluta si è assicurato il quarto posto in campionato.

Prova di forza anche per Antonio Cairoli nella MX1, il quale però nella seconda frazione è stato rallentato da un indolenzimento agli avambracci che gli hanno fatto perdere tempo nella prima parte di gara per cui si è dovuto accontentare del secondo piazzamento dietro al compagno di scuderia Ken De Dycker. La prima non se l’era però fatta sfuggire, dopo un avvincente scambio di posizioni col compagno di squadra belga che nella classifica di giornata è salito sul secondo gradino del podio alle spalle del sei volte iridato messinese.

Quarta posizione per la seconda guida Suzuki Ken Strijbos, che ha fatto meglio del compagno di scuderia Clement Desalle sul cui risultato, il settimo posto assoluto, ha pesato la caduta alla partenza della prima manche e il mancato feeling con la pista.

Prossima tappa iridata il 14 aprile ad Arco di Trento.

Comments

comments

made by nodopiano