Uncategorized

Esordio al Motomondiale di Jerez del nuovo Dunlop Slimline

Jerez ha aperto il cammino europeo del Motomondiale, dopo l’esordio avvenuto in Qatar, e ha tenuto a battesimo in gara il nuovo pneumatico anteriore Dunlop “Slimline” per la Moto2. Lo scorso weekend a Jerez, in Spagna, Dunlop, fornitore unico di pneumatici del mondiale Moto2, ha deciso infatti di introdurre un nuovo profilo del pneumatico anteriore ribattezzato “Slimline” (linea sottile) e studiato secondo gli esiti dei test svolti durante l’inverno. L’anteriore Slimline è disponibile nelle mescole morbida (717) e media (302). Al posteriore, rispettando le richieste dei piloti, è stata confermata la disponibilità delle specifiche 3854 (morbida) e 4886 (media) già adottare nel GP di Jerez dello scorso anno.

La 120/75 R15 “Slimline”, rispetto al precedente modello vanta un profilo differente, studiato per migliorare la maneggevolezza della moto e permettere ai piloti di essere più veloci nei cambi di direzione. L’evoluzione del pneumatico anteriore associata a un posteriore che garantisce aderenza e prestazioni per tutta la durata della gara, conferma l’ottimo lavoro svolto dai tecnici Dunlop per il terzo anno consecutivo impegnati sulla Moto2.  I risultati si sono visti anche in Spagna con Marquez (1’43”0) più veloce di tutti nelle prove ufficiali, fermatosi a una manciata di centesimi dal record di Bradl (1’42”7), siglato lo scorso anno, nonostante le condizioni della pista non fossero al massimo a causa della bassa temperatura e della pioggia che si è alternata con il sole.

Lo stesso si è verificato in gara. Partenza con pista ancora umida e con delle pozze e si scatena la bagarre tra Marquez, Redding e Luthi. A sette giri dal termine l’esposizione della bandiera rossa manda tutti ai box per la pioggia. Tutto si gioca con una gara sprint e la vittoria va a Espargaro che conquista la prima vittoria in Moto2 e mette alle sue spalle Marquez, secondo, e Luthi, terzo. Migliore degli italiani Corti, sesto.

Giornata indimenticabile per Romano Fenati nella Moto3, monogomma Dunlop. Il giovane pilota del Team Italia ha interpretato al meglio la pista umida e ha fatto il vuoto alle sue spalle. Salom, secondo, ha concluso a 36 secondi dall’italiano. Terza piazza per Cortese, bravo a precedere in volata Rins.

Comments

comments

made by nodopiano