Continental presenta ContiPremiumContact 5

23 marzo 2012 | 0 Commenti
 
Continental presenta ContiPremiumContact 5
Continental presenta ContiPremiumContact 5

Ha debuttato a Ginevra il nuovo pneumatico estivo di Continental, il ContiPremiumContact 5, un modello che promette brevi spazi di frenata su fondi asciutti e bagnati, bassa resistenza al rotolamento, elevata resa chilometrica, precisa manovrabilità e comodità di guida. Il nuovo pneumatico estivo per vetture di piccola cilindrata fino a vetture della classe superiore verrà prodotto in 26 versioni per cerchi da 14 – 17 pollici ed è omologato per velocità fino a 270 km/h. I risultati delle misurazioni mostrano un notevole progresso rispetto al modello precedente. Gli spazi di frenata sul bagnato sono stati ridotti del 15%, la resa chilometrica è aumentata del 12%, la resistenza al rotolamento è stata diminuita dell’8%, mentre il comfort risulta del 5% superiore. Anche la manovrabilità supera quella del modello precedente, sia su fondo asciutto che bagnato.

Per il ContiPremiumContact 5 gli ingegneri hanno puntato su tasselli del battistrada particolarmente grandi sulla spalla. Questa struttura, ripresa dai pneumatici sportivi, offre un grip elevato soprattutto in curva, in quanto l’ampiezza dell’impronta di contatto dimostra tutta la sua efficacia nelle zone sotto carico della spalla del pneumatico, stabilizzando il battistrada. Il guidatore può quindi contare su una tenuta ottimale in curva, un vantaggio in sicurezza che dimostra la sua utilità soprattutto quando si devono evitare ostacoli. I costruttori hanno ottenuto spazi di frenata brevi grazie ai bordi 3 D. Queste scanalature trasversali nei tasselli del battistrada evitano che i tasselli “si arrotolino”, mettendo a disposizione un’ampia superficie per la trasmissione delle forze in fase di frenata. Per garantire un arresto particolarmente rapido anche su fondo bagnato, nei tasselli del battistrada sono integrate delle lamelle supplementari che svolgono un’azione analoga a quella di un tergicristalli che spazza il film d’acqua, rendendo possibili spazi di frenata brevi anche in caso di pioggia.

Per la guida sul bagnato è necessario deviare la maggior quantità d’acqua possibile dall’impronta di contatto con il suolo. Nel nuovo ContiPremiumContact 5 questo compito è affidato a "solchi antiacqua" nelle fasce del battistrada. L’acqua viene rimossa anche a velocità elevate senza comportare una diminuzione della rigidezza del battistrada, un fattore essenziale per una buona marcia rettilinea e una manovrabilità precisa.

Per ottenere una resistenza al rotolamento particolarmente ridotta, i bordi della cintura e la zona della spalla del nuovo pneumatico sono strutturati in modo tale che i rinforzi risultino particolarmente stabili. Il loro moto proprio di conseguenza si riduce, con un contenimento della perdita di energia durante la guida e una notevole diminuzione della resistenza al rotolamento. Gli sviluppatori hanno percorso nuove vie anche per quanto riguarda la struttura laterale del ContiPremiumContact 5: le spalle sono state rese più flessibili, mentre i talloni sono stati rafforzati. Un’ulteriore caratteristica che riduce la resistenza al rotolamento e allo stesso tempo aumenta la precisione delle manovre, rendendo più confortevole la guida.

Oltre ad elevati standard di sicurezza, i pneumatici moderni devono vantare anche una rumorosità di rotolamento contenuta. Le spalle del ContiPremiumContact 5 sono quindi state dotate di “tacche silenziatrici”, piccoli segmenti in gomma che passano sopra i singoli tasselli e non lasciano propagare verso l’esterno i rumori di rotolamento sull’asfalto. Inoltre queste tacche permettono di lasciar aperti verso l’esterno i tasselli del battistrada. Ciò assicura una tempestiva deviazione dell’acqua in caso di pioggia e previene il fenomeno dell’aquaplaning.

Il nuovo ContiPremiumContact 5, per il quale sono già pervenute le prime omologazioni da parte di Audi (versione AO), sarà disponibile presso i rivenditori di pneumatici entro la primavera e sostituirà gradualmente l’affermato modello precedente.

Continental prevede buone prospettive di vendita, oltre che per le prestazioni, anche per la gamma di misure. Per le misure 205/55 R 16 V e 195/65 R 15 H la casa di Hannover prevede infatti un aumento o mantenimento della domanda, mentre la dimensione standard più piccola 175/65 R 14 T continuerà ad essere la misura di pneumatici più richiesta per le vetture di bassa cilindrata. Gli analisti di mercato di Continental guardano con pari ottimismo all’andamento delle altre misure da 6 pollici in Europa Occidentale e Centrale: la relativa quota di mercato, con omologazioni fino a 210 km/h, dovrebbe crescere di oltre il 36 per cento tra il 2011 e il 2016, mentre per i 16 pollici con omologazioni a partire da 240 km/h è addirittura previsto un incremento superiore al 47%.

Categoria: Notizie prodotti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire il numero mancante: *