Ancma: rallenta il calo delle due ruote, ma il mercato è ancora in rosso

2 settembre 2011 | 0 Commenti
 

Le immatricolazioni nel mese di agosto segnano un -13%, risultato non soddisfacente, ma meno pesante rispetto al -23% del luglio scorso. In totale sono stati venduti 13.222 veicoli, con trend meno negativo per le moto con 3.783 pezzi (-7,2% rispetto ad agosto 2010) mentre gli scooter si fermano a 9.439 unità (-15,2% rispetto ad agosto 2010). In media agosto vale circa il 5% del totale vendite annuali. I 50cc con 5.222 registrazioni, conseguono un -18% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

“L’ulteriore calo nelle vendite non ci conforta, ma almeno si riduce la discesa del bimestre precedente. Complessivamente nel progressivo di quest’anno conteggiamo circa 40.000 immatricolazioni e oltre 10.000 50cc.in meno rispetto all’anno scorso. Non ci stanchiamo di ripetere che il clima di incertezza continuo sulla situazione economica del Paese e la manovra fiscale che ogni giorno annuncia nuove tasse, non possono che penalizzare il nostro mercato – dichiara Corrado Capelli, Presidente di Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori) – Se non si creano le condizioni per stimolare l’economia con misure di sostegno sarà difficile invertire il trend. Abbiamo la necessità di aumentare la disponibilità di credito al consumo, calmierare le tariffe assicurative, evitare nuove accise e oneri burocratici. La situazione coinvolge la mobilità in generale. Per questo sarebbe opportuno anche semplificare le procedure amministrative per la guida di veicoli a spiccata propensione urbana, come ciclomotori e quadricicli, per favorire quelle fasce deboli della popolazione, come gli anziani, che diversamente rischiano di restare a piedi. In sintesi dobbiamo tranquillizzare i nostri utenti che i costi di gestione non saranno fuori controllo e che l’utilizzo delle 2 ruote sarà sempre più indispensabile per risolvere i problemi legati alla mobilità. I costruttori da parte loro moltiplicheranno gli sforzi per proporre modelli in linea con le esigenze del mercato, all’avanguardia sotto il profilo della sicurezza attiva e nel rispetto dei vincoli ambientali. Ne avremo una dimostrazione completa durante la prossima edizione di EICMA, il salone della moto che sarà aperto al pubblico dal 10 al 13 novembre. – conclude il Presidente Capelli”

Da gennaio ad agosto l’immatricolato ha totalizzato 207.505 veicoli, in flessione del 16,6% rispetto allo stesso periodo del 2010, che aveva beneficiato ancora di circa 10 milioni di incentivi. Gli scooter realizzano 137.993 unità, con una flessione del 19,4%. Le moto raggiungono 69.512 vendite e presentano un calo più contenuto, pari a – 10,3%.

La preferenza in termini di cilindrate registra un andamento meno negativo per gli scooter di 125cc con 44.549 vendite, che si traduce in un -13,9%. A seguire i 300-500cc con 52.041 pezzi pari al -21%. Cedono in misura superiore alla media i 150-200cc con 28.056 unità registrando un -23,3% e i 250cc con 11.579 pezzi evidenziando un -26,5%. In progresso i maxi scooter oltre 500cc con +35%, ma con volumi poco significativi pari a 1.768 pezzi.

Anche per le moto si difende bene il segmento principale delle maxi cilindrate oltre 1000cc con 21.062 consegne pari al +3,2%, seguono in ordine di importanza le 800-1000cc con 18.418 pezzi che si traduce in un -4,3%. Le cilindrate intermedie risultano più penalizzate: 650-750cc con 13.376 unità registrando un-24,4% e le 600cc con 5.714 moto con un calo del -33,5%. Non positive le 125cc con 5.029 immatricolazioni che evidenziano un -12,6%; mentre appaiono in ripresa le moto da 300 a 500cc con +12,5% pari a 3.846 vendite.

In movimento l’evoluzione dei segmenti con le naked a 23.198 unità che scendono a -15,9%; le enduro stradali con 18.591 in calo tendenziale -2,5%; stabili le custom pari a 7.980 pezzi con -0,7%, seguono le sportive con 6.788 vendite che si traduce in un -26,7%, bene le moto da turismo in crescita con 6.110 veicoli registrando un +9,1% e infine le supermotard in arretramento con 5.549 unità pari a -18,9%.

Il periodo gennaio-agosto per i cinquantini non va oltre le 54.060 registrazioni con un -19.5%, rispetto al 2010.

Nei primi 8 mesi del 2011 il totale complessivo delle 2 ruote a motore (immatricolazioni + 50cc) realizza 261.565 vendite, pari a – 17,2% rispetto allo stesso periodo del 2010.

Tag: ,

Categoria: Mercato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire il numero mancante: *