Lo stabilimento Michelin di Fossano festeggia i 40 anni

22 luglio 2011 | 0 Commenti
 
Nell’ambito dei festeggiamenti per il 40° anniversario dello stabilimento Michelin di Fossano è stata presentato il progetto di realizzazione della “Rotonda”, un area verde attrezzata
Nell’ambito dei festeggiamenti per il 40° anniversario dello stabilimento Michelin di Fossano è stata presentato il progetto di realizzazione della “Rotonda”, un area verde attrezzata

Festa grande a Fossano in occasione del 40° compleanno dello stabilimento Michelin. 1000 persone hanno aderito con entusiasmo all’invito, tra cui molte autorità civili e militari locali.  Il programma ha ripercorso, attraverso brani musicali e immagini, gli oltre 100 anni della Michelin in Italia e i 40 anni della Michelin a Fossano.

Durante i festeggiamenti è stato anche presentato il progetto “Rotonda”, sviluppato in collaborazione da Michelin, il Comune di Fossano e l’Istituto di Istruzione superiore “Vallauri”. Con un plastico è stata illustrata l’area di sosta attrezzata che verrà realizzata sulla pista ciclabile in via Torino. La rotonda sarà caratterizzata da un elemento simbolico della sostenibilità ambientale: un grande albero, circondato da verde. Una piccola isola di verde a lato della pista ciclabile diventa quindi spazio pubblico fruibile, attraverso l’inserimento di un pergolato metallico sotto il quale trovano posto arredi quali sedute, rastrelliere, una fontana e una serie di pannellature informative. I materiali e le forme del pergolato prendono spunto da elementi della produzione fossanese della Michelin.

Le tappe e i numeri di una storia appassionante

La costruzione dello stabilimento di Fossano inizia nel 1970, su una superficie di 300 000 m2. Dopo solo tre mesi dall’apertura dei cancelli, i dipendenti erano già 200. Nel settembre del 1971, dal neonato stabilimento, che appartiene alla linea prodotto “rinforzi metallici per pneumatici”, escono le prime bobine di cavo metallico.

Nel 1972, nel reparto di fabbricazione dei cavi arrivano le prime macchine per la produzione dei cerchietti, che aumenterà progressivamente sino al 1988, quando il reparto di fabbricazione cerchietti dello stabilimento di Cuneo verrà trasferito qui.

Dal 1991 ad oggi il passo è segnato dalla tecnologia: vengono introdotti nuovi sistemi di organizzazione del lavoro e aumenta il numero delle macchine per la fabbricazione di cavi destinati agli pneumatici per il trasporto pesante.

Oggi, nello stabilimento si producono ogni giorno 90 tonnellate di cavo metallico, 25 tonnellate di filo rettangolare e 120.000 cerchietti. Curiosità: ogni giorno vengono avvolti su bobine più di 350.000 Km di cavo. Ci si potrebbe avvolgere la Terra per 8 volte!

Solo il 30% della produzione rimane in Italia, il resto viene esportato in Europa, in particolare in Francia, Germania e Spagna e in molti Paesi del mondo.

Lo sguardo agli orizzonti internazionali è vissuto anche all’interno dello stabilimento: la Michelin di Fossano occupa 550 persone, di cui il 18% è di nazionalità straniera.

Non solo produzione: le iniziative formative

L’impegno di Michelin a favore della sicurezza stradale è colto con entusiasmo dallo stabilimento di Fossano, al centro di iniziative volte all’educazione alla sicurezza stradale dei giovanissimi e dei giovani (Pedibus, Vado a piedi e uso la testa, prova teorico-pratica per il patentino dello scooter, Junior-bike) e particolarmente attento al rapporto con le scuole del territorio (visite in stabilimento, stage, lezioni tenute da personale Michelin all’Istituto Tecnico “Vallauri” nell’ambito dei corsi del Polo Formativo IFTS in discipline quali qualità, sicurezza, lavoro per progetti).

Tag: ,

Categoria: Mercato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire il numero mancante: * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.