Gli italiani non cambiano le gomme, nemmeno se danneggiate!

16 giugno 2011 | 0 Commenti
 
Solo il 21% degli intervistati dichiara che sostituirebbe i pneumatici con battistrada consumato oltre i limiti di legge
Solo il 21% degli intervistati dichiara che sostituirebbe i pneumatici con battistrada consumato oltre i limiti di legge

Gran parte degli automobilisti italiani continua a mettere a repentaglio la propria e l’altrui sicurezza lasciando che i pneumatici si danneggino, diventino lisci o presentino rigonfiamenti prima di sostituirli. Sono i dati emersi dal sondaggio “Pneumatici online 2011” commissionato a Ipsos da Delticom e realizzato intervistando 1.000 potenziali acquirenti di pneumatici di età compresa tra i 18 e i 65 anni.

Pur essendo il campione del sondaggio limitato e non esaustivo, il quadro che ne emerge è preoccupante: in Italia, oltre 4 automobilisti su 5 non cambierebbero le gomme neppure se gravemente danneggiate e l’89% degli automobilisti non sostituirebbe i propri pneumatici neppure se più vecchi di 6 anni. Nell’ambito del sondaggio è stato chiesto agli intervistati che cosa potrebbe convincerli a cambiare pneumatici: solo il 44% ha indicato come ragione un “battistrada troppo consumato” e, fatto ancora più sorprendente, solo il 18% ha dichiarato che sostituirebbe pneumatici che mostrano danni rilevanti e solo l’11% afferma di essere pronto a sostituire pneumatici ormai troppo vecchi.

“I pneumatici sono tra i componenti di sicurezza più importanti di un veicolo e rappresentano il solo punto di contatto tra l’auto e la strada; per questo è tanto più preoccupante che un tale numero di automobilisti possa circolare con pneumatici non a norma”, ha dichiarato un portavoce di Delticom AG, attivo in Italia come Gommadiretto.it. “La legge italiana impone un battistrada di almeno 1,6 millimetri e gli esperti raccomandano di cambiare i pneumatici già quando la profondità del battistrada scende sotto i 2,5 millimetri. Tuttavia, quasi 4 automobilisti su 5 lascerebbero scendere lo spessore del battistrada dei propri pneumatici sotto i limiti di legge prima di cambiarli”.

Cifre emerse dal sondaggio:

–    Appena il 18% degli automobilisti italiani sostituirebbe i propri pneumatici a causa di evidenti danni quali rigonfiamenti o tagli

–    Appena il 21% dichiara che sostituirebbe pneumatici con battistrada consumato oltre i limiti di legge

–    Il parere degli esperti continua ad avere una certa influenza sugli automobilisti italiani: il 39% sarebbe pronto ad acquistare nuove gomme se gli venisse consigliato da un gommista o da un rivenditore di pneumatici

–    L’effetto deterrente delle multe non riveste un’influenza significativa (solo il 5% sostituirebbe gli pneumatici per evitare multe)

Se la situazione generale è preoccupante, in certe zone d’Italia è ancora peggiore. Dal sondaggio emerge che nel Sud e nelle Isole la percentuale di automobilisti che non sostituirebbero pneumatici con battistrada consumato è addirittura il 59%, mentre nelle regioni centrali il 16% degli automobilisti afferma che sostituirebbe pneumatici con battistrada consumato oltre i termini di legge; solo il 15% degli automobilisti del Centro Italia cambierebbe pneumatici gravemente danneggiati.

“Sono davvero tanti gli automobilisti che ammettono che non sostituirebbero i loro pneumatici neppure in caso di danni evidenti, e questo è sconvolgente”, ha dichiarato ancora il portavoce di Delticom. “È estremanente pericoloso circolare con pneumatici difettosi o visibilmente usurati: un comportamento che può portare a incidenti gravi e potenzialmente fatali. Auspichiamo che gli automobilisti facciano il massimo per evitare incidenti, controllando regolarmente il battistrada delle proprie gomme e in generale le loro condizioni. È responsabilità degli automobilisti assicurarsi che i loro pneumatici non mettano a repentaglio la sicurezza in strada”.

Categoria: Mercato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire il numero mancante: *