Mercato

Ordinanze Anas per Abruzzo, Emilia Romagna, Umbria e Veneto

E’ la volta dell’Anas, ente gestore della rete stradale ed autostradale italiana di interesse nazionale, che ha emesso una serie di ordinanze che prevedono l’obbligo di catene a bordo o pneumatici da neve sui tratti stradali più esposti al rischio di neve e gelo, ma indipendentemente dalle condizioni atmosferiche, di alcune regioni italiane. ”Questo provvedimento – ha affermato il Presidente dell’Anas Pietro Ciucci – nasce dalla volontà di garantire maggiore sicurezza agli utenti e rende operativa la disposizione del nuovo Codice della Strada, che mira ad evitare i blocchi del traffico causati dai veicoli sprovvisti di catene o pneumatici da neve”. La multa prevista per i trasgressori è di 78 euro.

In Emilia Romagna l’ordinanza entra in vigore mercoledì 1° dicembre e rimarrà valida fino al 31 marzo 2011. L’obbligo si riferisce alla E45, nel tratto compreso tra gli svincoli di Canili (km 162,698) e Sarsina Nord (km 195,800).

In Abruzzo invece l’obbligo non cesserà fino al 15 aprile e riguarda tutte le strade compartimentali ricadenti nella provincia di L’Aquila, oltre a parte della SS80, in provincia di Teramo, e un tratto della SS652, in provincia di Chieti.

Altrettanto vale sui tratti delle strade statali dell’Umbria maggiormente esposti al rischio di neve o gelo, dove però l’obbligo cessa al 31 marzo:

  

–       raccordo autostradale 06 “Perugia-Bettolle”: per tutto il tratto umbro da Ponte San Giovanni (km 58,470) al confine regionale con la Toscana (km 19,090);

–       strada statale 3 bis “Tiberina” (E45): da Resina (km 87,000) al confine regionale con la Toscana (km 133,755);

–       strada statale 3 “Flaminia”: da San Carlo di Terni (km 103,900) a Napoletto di Spoleto (km 122,000); da Nocera Sud (km 170,000) a Gualdo Tadino (km 188,500); da Osteria del Gatto (km 195,790) all’innesto con la SS 76 a Fossato di Vico (km 197,050);

–       strada statale 219 “di Pian d’Assino”: per tutta la sua estensione lungo l’itinerario Fossato di Vico-Branca di Gubbio-Montecorona di Umbertide (dal km 0,000 al km 44,920);

–       strada statale 76 “della Val d’Esino”: per tutto il tratto umbro da Osteria del Gatto al confine con le marche (dal km 0,000 al km 3,314);

–       strada statale 318 “di Valfabbrica”: da Pianello (km 8,000) a Osteria del Gatto (km 42,170);

–       strada statale 77 “della Val di Chienti”: per tutto il tratto umbro da Foligno al confine con le Marche (dal km 1,050 al km 27,844);

–       strada statale 685 “delle Tre Valli Umbre”: da Borgo Cerreto (km 40,000) al confine regionale con le Marche (km 7+396);

–       strada statale 73 bis “di Bocca Trabaria”: per tutto il tratto umbro da San Giustino al confine con le Marche (dal km 0,000 al km 16,804);

Riportiamo infine la tabella riassuntiva dei tratti di percorrenza nella regione Veneto soggetti all’ordinanza, la cui validità decorre fino al 31 marzo:

Strade Statali di competenza

dal km.

al km.

note

12

245+820

278+800

da inizio competenza

a C.A.Verona

12

294+000

326+180

da C.A. Verona

a fine competenza

NSA 317 (S.S.12 Var. Isola della Scala)

263+800

269+500

 

51

0+000

5+950

da inizio competenza

a C.A. Vittorio Veneto

13+230

24+396

da C.A. Vittorio Veneto

a fine competenza

50

0+000

3+480

da inizio competenza

a C.A. Belluno

10+712

35+455

da C.A. Belluno

a C.A. Feltre

39+226

43+737

da C.A. Feltre

a fine competenza

50 bis var

0+000

19+750

 

51

24+396

72+500

 

NSA 215
(ex sede S.S. 51 per Castellavazzo)

53+280

63+800

 

NSA 309
(Cavallera)

67+000

70+700

 

NSA 271
(ex sede  S.S. 50 Arten-Arsiè)

6+300

7+300

 

NSA 127
(ex sede S.S. 50 bis Arsiè – Primolano)

5+570

15+179

 

51

72+500

118+150

 

51 bis

0+000

12+480

 

52

64+137

110+200

 

47

46+750

73+000

 

Comments

comments

made by nodopiano