Brembo entra nel segmento mid-premium e investe 35 milioni di euro

13 settembre 2010 | 0 Commenti
 
Nel nuovo stabilimento in repubblica ceca Brembo produrrà sistemi frenanti per berline di media e alta gamma e prevede per il 2014 un fatturato di 55 milioni di euro
Nel nuovo stabilimento in repubblica ceca Brembo produrrà sistemi frenanti per berline di media e alta gamma e prevede per il 2014 un fatturato di 55 milioni di euro

Nell’ambito della strategia di espansione internazionale e di forte crescita in nuovi segmenti di mercato, Brembo ha deciso di investire, nel prossimo triennio, circa 35 milioni di euro per la realizzazione di un nuovo polo produttivo nella Repubblica Ceca (nella città di Ostrava). Il nuovo sito, che verrà ospitato in un edificio industriale già esistente, inizierà ad essere operativo a partire dal 2011 e comprenderà la fusione, la lavorazione e il montaggio di pinze freno e altri componenti in alluminio, con l’obiettivo di sviluppare un polo industriale integrato in grado di offrire al mercato europeo sistemi frenanti di qualità e ad alto contenuto tecnologico. A questo fine Brembo S.p.A. ha costituito una società, controllata al 100% e denominata Brembo Czech s.r.o.

La costante ricerca volta a ridurre l’impatto ambientale dei veicoli con il conseguente interesse per componenti di peso inferiore e migliore performance, è alla base della decisone di alcuni clienti di applicare anche nel segmento denominato mid-premium – grande dieci volte quello tipico di Brembo – tecnologie del segmento luxury e high premium, in cui Brembo è leader a livello mondiale.

I nuovi prodotti utilizzeranno la conoscenza e le tecnologie peculiari di Brembo, e avranno come principali caratteristiche la leggerezza, la performance e il design, proprie dei componenti in alluminio rispetto a quelli in ghisa. Tra i vantaggi indiretti, legati alla riduzione del peso e della coppia residua, ci sono anche la riduzione delle emissioni inquinanti e il risparmio di carburante.

Il fatturato di Brembo Czech s.r.o. stima l’azienda che sarà di circa 55 milioni di euro nel 2014, ottenuto attraverso nuovi business. Ad oggi sono stati acquisiti progetti da Land Rover, BMW, GM e Audi. Ai siti produttivi italiani continuerà ad essere affidata l’attuale produzione destinata ai segmenti top e luxury del mercato.

Categoria: Mercato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire il numero mancante: *